Il ritorno vincente

Il ritorno vincente

All’inizio del 2001, Renault annuncia l’acquisizione della scuderia Benetton per tornare a essere costruttore completo. Nel corso della stagione, Renault fornisce i motori a Enstone prima della rinascita della struttura con il nome di Renault F1 Team l’anno successivo.

Nel 2003, il giovane spagnolo Fernando Alonso si aggiudica in Malesia la prima pole position del team e fa ancora meglio in Ungheria dove firma il primo successo del Renault F1 Team. L’anno dopo, Jarno Trulli regala la vittoria a Renault in occasione dell’appuntamento più prestigioso dell’anno: il Gran Premio di Monaco.

Nel 2005, Alonso è l’uomo da battere: diventa campione del mondo Piloti mentre Renault si impone tra i costruttori con otto vittorie per lo spagnolo e il compagno di squadra Giancarlo Fisichella.

Nonostante l’importante svolta tecnologica con il passaggio dal V10 al V8, nel 2006 Renault prosegue la sua spinta propulsiva. Con otto successi, la casa francese lotta contro la Ferrari per la conquista dei titoli e grazie alla sua capacità di innovazione porta nuovamente a casa il doppio titolo.

Fornitrice storica di motori per numerose scuderie, nel 2007 Renault sigla anche una collaborazione con la Red Bull Racing. Le monoposto blu non tardano a rivelarsi performanti. Nel 2010, è Vettel ad aggiudicarsi il podio diventando il più giovane campione del mondo della storia della Formula 1, mentre alla scuderia Red Bull-Renault va il titolo Costruttori.

Mentre Renault torna a dedicarsi alla sua attività principale di motorista, Sebastian Vettel si rivela invincibile nel Campionato del mondo, battendo tutti i record e aggiudicandosi per quattro volte consecutive il massimo titolo fino al 2013.

Oltre alla Red Bull Racing, Renault fornisce le scuderie Lotus F1 Team, Caterham F1 Team e Williams F1 Team. Per tutto il periodo, il V8, il motore progettato e sviluppato dai 250 ingegneri di Viry-Châtillon, prosegue il suo incessante dominio vincendo oltre il 40% delle corse disputate e mettendo a segno un numero record di pole position.

Nel 2014, la Formula 1 è protagonista di un cambiamento radicale con l’introduzione di una tecnologia all’avanguardia nel campo di motori. Il nuovo gruppo propulsore di Renault in F1 unisce l’architettura della precedente generazione di motori sovralimentati, potenti motori elettrici e una batteria di sofisticati sistemi di recupero dell’energia per ridurre i consumi del 40%, offrendo al contempo gli stessi risultati in termini di dinamismo e performance.

Renault continua a fornire la Red Bull Racing, la scuderia sorella Scuderia Toro Rosso e il Lotus F1 Team, ma la battaglia è aspra. Dopo un’approfondita analisi strategica, alla fine del 2015 Renault annuncia il proprio ritorno come costruttore completo.

Oltre alla F1

Oltre alla F1, Renault Sport Technologies prosegue lo sviluppo della propria gamma per i campionati monotipo con la Formula Renault 2000 e la CLIO Cup. Nel rally, la CLIO Super 1600 non tarda ad imporsi aggiudicandosi diversi titoli internazionali tra il 2003 e il 2005.

Nel 2005, la fusione tra l’Eurocup Formula Renault V6 e le World Series by Nissan porta alla creazione delle World Series by Renault. Eventi gratuitamente accessibili al pubblico, le World Series by Renault da undici anni uniscono competizioni di alto livello, dimostrazioni di F1 e animazioni per tutta la famiglia. L’evento permette in particolare a numerose star di F1 di imporsi nel mondo dell’automobilismo.

La nostra nuova sfida, la Formula E

Disputata nel cuore delle città di tutto il mondo, la Formula E è il primo campionato al 100% elettrico organizzato dalla FIA. Fedele alla sua natura di precursore, Renault approfitta di questa vetrina mondiale per dimostrare tutto il suo know-how in materia di tecnologia elettrica.
Pioniere dei veicoli al 100% elettrici con la gamma Z.E. (zero emissioni) e protagonista indiscusso della scena automobilistica, Renault si fa promotrice della nascita di una nuova forma di competizione, più accessibile e a favore dello sviluppo della mobilità elettrica.

Renault raccoglie la sfida con successo aggiudicandosi con il team Renault e.dams il primo campionato di Formula E della FIA nella stagione 2014/2015. Per la seconda stagione, Renault rafforza l’impegno sportivo sviluppando un proprio gruppo motopropulsore e mettendo a punto delle tecnologie all’avanguardia che favoriranno direttamente o indirettamente i veicoli della gamma Renault Z.E.