Motorizzazioni

-Stop & Start
Stop & Start+

Stop & Start e recupero dell’energia in fase di decelerazione

I motori ENERGY dCi 75 ed ENERGY dCi 90 (ENERGY dCi 110 ed ENERGY TCe 115: à adapter selon la date de disponibilité) incorporano un concentrato di tecnologie finalizzate a migliorarne il rendimento, per ridurre al massimo i consumi e le emissioni.

La tecnologia Stop & Start, abbinata al sistema di recupero dell’energia in fase di frenata/decelerazione, fa sì che il motore si spenga automaticamente nel momento in cui la vettura si ferma. In tal modo non si ha nessuna emissione inquinante.

Quando il conducente preme il pedale della frizione, il riavviamento è praticamente istantaneo. Per sostenere le numerose ripartenze cui è sottoposto il veicolo in virtù di questa funzionalità, sono stati potenziati sia lo starter (motorino e relativa corona) sia il sistema di iniezione (pompa e iniettori ad alta pressione).

L’unità è stata ridimensionata per tollerare 410 000 cicli di avviamento (sull’arco di 300 000 km), un valore quasi sette volte superiore a un motore tradizionale senza sistema Stop & Start.

-ENERGY DC1 75 & ENERGY DCI 90
ENERGY DC1 75 & ENERGY DCI 90+

ENERGY dCi: il n° 1 in fatto di emissioni di CO2

Sulla base del motore 1.5 l dCi, prodotto in oltre 1,1 milioni di esemplari nel 2011, Renault ha sviluppato i due nuovi propulsori ENERGY dCi 90 ed ENERGY dCi 75, molto performanti ed economici sia in termini di acquisto che di utilizzo. Le innovazioni tecnologiche adottate da questi motori consentono di offrire, a pari potenza, consumi ed emissioni di CO2 inferiori del 13% rispetto alle versioni precedenti.

Per ottenere queste prestazioni, l’ENERGY dCi 90 e l’ENERGY dCi 75 integrano una serie di soluzioni tecnologiche come Stop & Start, recupero dell’energia in fase di decelerazione, EGR (Exhaust Gas Recirculation) a bassa pressione, termo-management (…), mirate a migliorare l’efficienza energetica dei propulsori. Il risultato: maggior rendimento, maggior piacere di guida e consumi inferiori.

I costi di esercizio di Kangoo sono nettamente migliorati: grazie a consumi ed emissioni limitati a soli 4,3 l/100 km* e 112 g di CO2/km*, e a un intervallo di sostituzione dell’olio allungato a 40 000 km o 2 anni (vale il primo termine raggiunto), le spese di manutenzione e le tasse sul CO2 si riducono.

Con le nuove motorizzazioni ENERGY dCi 90 ed ENERGY dCi 75, Kangoo riduce al massimo il suo impatto ambientale e diventa il n° 1 della categoria.

Vogliamo ribadirlo: con l’ENERGY dCi 75, Renault ha sviluppato un propulsore dalla potenza più contenuta che possiede però le medesime qualità della versione più prestante e consuma solo 4,3 l/100 km*.

*Consumi ed emissioni omologati secondo le norme applicabili.

-ENERGY dCi 110
ENERGY dCi 110+

ENERGY dCi 110: sobrietà e prestazioni

 

Performante, economico sia in termini di acquisto che di utilizzo, l’ENERGY dCi 110 arriva anche su Kangoo. Questo motore eroga una potenza di 110 CV a 4000 giri/min e sviluppa una coppia di 240 Nm a partire da 1750 giri/min, coppia disponibile all’80% già a 1500 giri/min. Tutte caratteristiche che consentono all’ENERGY dCi 110 di offrire al conducente riprese e accelerazioni pronte, per un piacere di guida ottimale.

ENERGY dCi 110 è sinonimo anche di innovazioni tecnologiche. Per coniugare potenza ed economia nei consumi, è stata realizzata un’innovativa architettura del turbo. Il percorso dell’aria nei condotti è stato semplificato, con un conseguente miglioramento del rendimento del turbo, a vantaggio di maggiori prestazioni senza impatto sul consumo di carburante. Il turbo del motore ENERGY dCi 110 è a bassissima inerzia: grazie al dimensionamento ottimizzato della turbina, i tempi di risposta ai bassi regimi sono migliorati.

Grazie al sistema Stop & Start, il motore si spegne automaticamente quando la vettura è ferma. In tal modo si eliminano le emissioni inquinanti e si ottiene una riduzione del consumo di carburante di oltre 1 litro ogni 100 km* nel ciclo urbano. Quando il conducente preme il pedale della frizione, il riavviamento è praticamente istantaneo. Ovviamente, anche il piacere di guida era un obiettivo primario per gli ingegneri Renault che hanno sviluppato il nuovo motore ENERGY dCi 110.

Un obiettivo centrato, a giudicare dalle brillanti prestazioni di Kangoo che si accompagnano a consumi limitati a 4,4 l/100 km* ed emissioni di CO2 pari a soli 115 g/km*.

*Consumi ed emissioni in corso di omologazione

-ENERGY TCe 115
ENERGY TCe 115+

ENERGY TCe 115: l’alternativa al diesel

 

Performante e potente, ricco di coppia e parco nei consumi: l’ENERGY TCe 115 arriva anche su Kangoo. Un propulsore perfettamente a suo agio sia nei centri urbani sia nei percorsi in autostrada. Questo blocco motore in alluminio brilla con eccellenti riprese e accelerazioni, forte di un turbo da 1,2 litri (1198 cm3), con architettura a 4 cilindri e 16 valvole a iniezione diretta. Valori che rappresentano un downsizing (= riduzione della cilindrata) del 25% rispetto alla versione precedente.

Eroga una potenza di 115 CV e sviluppa un’ottima coppia massima (coppia utile in fase di avviamento, ripresa e accelerazione) di 190 Nm, disponibile fra i 2000 e i 4000 giri/min (il 90% già a 1500 giri/min). E non è tutto: la potenza di 100 CV/litro è un’autentica novità per un motore benzina 1.2 l.

Oltre a queste doti prestazionali, Kangoo brilla anche per la sua sobrietà:
- un consumo di soli 5,9 l /100 km*,
- emissioni di CO2 pari a 140 g/km*.
Questo connubio di prestazioni eccellenti e consumi ed emissioni limitati nasce dall’introduzione di una serie di nuove tecnologie.
La coppia disponibile ai bassi regimi deriva dalla sinergia tra il sistema di iniezione diretta, il doppio variatore di fase dell’albero a camme e la sovralimentazione tramite turbo-collettore integrato.

Per limitare le perdite di energia, sono stati ridotti i fenomeni di attrito ed è stata adottata la pompa dell’olio a cilindrata variabile che ottimizza la quantità di olio in base al regime: il motore consuma così meno carburante per fornire la quantità di energia richiesta.

*Consumi ed emissioni in corso di omologazione